L’illuminazione della cucina

L’illuminazione è sicuramente un punto cruciale nella progettazione di un ambiente, sia per la sua funzionalità che per la creazione dell’atmosfera. Nell’ambiente cucina è un elemento fondamentale e per questo deve essere progettata in modo accurato.

Tra i metodi più amati troviamo i faretti che diffondono la luce in modo diffuso nell’ambiente. Questi vanno inseriti all’interno di un ribassamento in cartongesso. I tipi di faretti sono tantissimi, si passa da quelli con ghiera esterna a quelli incassati in gesso, quelli a binario, quelli orientabili…

Altro metodo per illuminare in modo diffuso l’ambiente consiste nell’utilizzo di strisce led incassate nel ribassamento o poggiate in veletta, effetto particolare visto che il corpo illuminante viene nascosto e l’unica cosa visibile sarà la luce.

Molto interessanti sono le sospensioni, soprattutto se il progetto cucina prevede un piano snack, una penisola o un’isola. Sono luci puntuali che hanno un forte impatto estetico.

Il piano di lavoro deve essere ben illuminato dalle luci d’ambiente ma anche attraverso l’utilizzo di luci sotto-pensile tramite strip-led o con i fondi dei pensili completamente illuminati.

Se la cucina è il luogo in cui è anche posizionato il tavolo da pranzo è buona cosa illuminarlo nel modo corretto. Sicuramente il lampadario è la soluzione ideale perché crea una bolla di luce sul tavolo. Non da meno sono da valutare le sospensioni che danno un tocco originale all’ambiente. Se il tavolo è poggiato sulla parete, perché non utilizzare una lampada da parete? Magari con braccio orientabile. Le soluzioni sono tantissime, devono solo essere adattate al progetto e al contesto. Fatti consigliare dai nostri interior designer!

Recent Posts